PUBBLICI ESERCIZI: DOMANDA SEMPLIFICATA OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO

Data:
29 Aprile 2021
Immagine non trovata

L'articolo 30 del Decreto Sostegni D.L. 22/03/2021, n. 41 contiene, tra le numerose misure di sostegno all'economia e alle imprese, anche la proroga al 30 giugno 2021 del termine di esonero dall'applicazione del canone unico per l'occupazione del suolo pubblico (Ex TOSAP e COSAP), di cui all'art. 1 commi 816 e seguentri della legge n. 160/2019, per le imprese di pubblico esercizio titolari di concessioni o di autorizzazioni concernenti l'occupazione di suolo pubblico delle attività di somministrazione alimenti e bevande, in seguito all'emergenza epidemiologica da Covid-19.
Il medesimo articolo 30, al fine di favorire il distanziamento sociale fino al 31 dicembre 2021, prevede la semplificazione delle procedure di richiesta di nuove concessioni o di amplimento delle superfici già concesse oppure di nuovi spazi ed aree pubbliche.
L'Amministrazione Comunale, con la deliberazione di Giunta n. 67 del 27.04.2021 ha provveduto ad attivare un specifico canale telematico attraverso il quale è possibile presentare la richiesta di occupazione temporanea di suolo pubblico secondo i criteri semplificati previsti dall'art. 30 del D.L. 41/2021.

Le autorizzazioni saranno rilasciate dall’Ufficio Tributi in collaborazione con il Comando di Polizia Locale, anche in deroga al Regolamento vigente approvato con delibera di CC n. 108 del 29/11/2015 come modificato dalla delibera di CC n. 38 del 22/03/2017, tenuto conto delle prescrizioni tecniche minime da osservare in relazione al tratto di strada interessato dall’occupazione ed alla sua regolamentazione (viabilità ordinaria, zona a traffico limitato, area pedonale urbana);

Il rilascio delle concessioni di suolo pubblico sarà subordinato al ripetto anche delle linee di indirizzo generale approvate con Giunta Comunale n. 67 del 27.04.2021.

La modalità semplificata di presentazione, istruttoria e autorizzazione delle concessioni di spazi ed aree publiche restarà in vigore fino al 31 dicembre 2021, salvo ulteriori provvedimenti legislativi.

Ai sensi della norma suddetta le concessioni/autorizzazioni rilasciate in conformità ai criteri del D.L. 41/2021 sono in esenzione di pagamento dal canone patrimoniale per l'occupazione fino al 30 giugno 2021, salvo ulteriori modifiche.

CHI PUO' RICHIEDERLA
Gli esercizi che rientrano nell’ambito di applicazione dell’art. 5 della legge n. 287/1991: 
a) gli esercizi di ristorazione, per la somministrazione di pasti e di bevande, comprese quelle aventi un contenuto alcoolico superiore al 21 per cento del volume, e di latte (ristoranti, trattorie, tavole calde, pizzerie, birrerie ed esercizi similari); 
b) gli esercizi per la somministrazione di bevande, comprese quelle alcooliche di qualsiasi gradazione, nonché di latte, di dolciumi, compresi i generi di pasticceria e gelateria, e di prodotti di gastronomia (bar, caffè, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari); 
c) gli esercizi di cui alle lettere a) e b), in cui la somministrazione di alimenti e di bevande viene effettuata congiuntamente ad attività di trattenimento e svago, in sale da ballo, sale da gioco, locali notturni, stabilimenti balneari ed esercizi similari; 
d) gli esercizi di cui alla lettera b), nei quali è esclusa la somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione.

COME RICHIEDERLA
La procedura “semplificata” si compone di una domanda da presentarsi in via telematica, allegando la planimetria dell’occupazione, senza applicazione dell’imposto di bollo.
Sarà possibile richiedere la disponibilità del suolo pubblico utilizzando:
1) lo spazio antistante il locale in cui si esercita l’attività; 
2) lo spazio fronteggiante il locale “al di là” della sede stradale e prospiciente l’attività economica (solo se istituita area pedonale); 
3) lo spazio in posizione diversa rispetto all’area fronteggiante la sede dell’esercizio ma nelle immediate vicinanze dello stesso – in deroga al Regolamento Comunale per l’installazione di mezzi pubblicitari e dehors – acquisita la preventiva autorizzazione da parte delle attività vicine nel caso di posizionamento o ampliamento dell’occupazione di suolo pubblico di fronte ad attività diverse rispetto a quella del richiedente. 
4) gli spazi adibiti a parcheggio purché non al servizio di persone diversamente abili; 
5) gli spazi adibiti a parcheggio a pagamento previa acquisizione di nulla osta da parte del gestore;

La posa in opera temporanea su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di strutture amovibili non è subordinata alle autorizzazioni di cui agli articoli 21 (autorizzazione per lavori sui beni culturali) e 146 (autorizzazione paesaggistica) del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.

Rimangono ferme le disposizioni del Codice della strada in materia di rispetto delle aree di pubblico passaggio e di transito dei mezzi di soccorso ed il rispetto dei diritti dei terzi.

Le autorizzazioni di suolo pubblico già rilasciate nel 2020 attraverso la procedura semplificata, SALVO MODIFICHE ALLE CONDIZIONI DI OCCUPAZIONE (da richiedere con specifica istanza), saranno automaticamente rinnovate fino al termine esenzione dal canone unico patrimoniale 30 giugno 2021, sempre salvo ulteriori provvedimenti legislativi.

Le richieste di occupazioni diverse da quelle sopra delineate andranno presentate secondo le consuete procedure istituzionali ai diversi uffici competenti per materia.


ALLEGATI
Linee guida.pdf “LINEE DI INDIRIZZO GENERALI E PRESCRIZIONI PER LE OCCUPAZIONI DI SUOLO PUBBLICO SULLA STRADA RICHIESTE DAI PUBBLICI ESERCIZI DI SOMMIMISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE”


Per informazioni si prega di rivolgersi all'Ufficio Tributi:
Dott. Schincaglia Matteo – tel. 0533-318548
e-mail: matteo.schicaglia@comune.comacchio.fe.it
Dott.ssa Marchesini Elena – tel. 0533-318543
e-mail: elena.marchesini@comune.comacchio.fe.it


PRESENTA LA TUA DOMANDA

La domanda va presentata telematicamente accedendo al link sotto riportato e “INIZIA NUOVA RICHIESTA”

https://comunecomacchio.elixforms.it/rwe2/module_preview.jsp?MODULE_TAG=COSAP_DM_SEMP_2021

Registrarsi alla piattaforma (attraverso Non sei ancora registrato?) inserendo Nome, Cognome, Email, Password e – ad avvenuta registrazione – accedere (Login) con le proprie credenziali (Email e Password), ricevute a mezzo e-mail.

L’iscrizione alla piattaforma deve essere effettuata a nome del richiedente l’occupazione (titolare pubblico esercizio).

La domanda generata dal sistema dovrà essere scaricata, firmata digitalmente o con firma autografa e caricata sempre all’interno della piattaforma.

In caso di scansione della domanda con firma autografa è necessario allegare copia fronte/retro del documento di identità
 

Allegati

Ultimo aggiornamento

Sabato 05 Giugno 2021